alessandria-panorama-1

Conteggi IMU: rilascio online dei prospetti per l’acconto 2020

Alessandria: Relativamente all’IMU per l’anno 2020, a causa dell’emergenza Covid-19 e per evitare che si creino assembramenti negli Uffici Comunali, l’Assessorato ai Tributi di Alessandria comunica che i conteggi riguardanti l’acconto 2020 (definito sulla base delle aliquote 2019) verranno effettuati senza ricevimento del pubblico.

Il rilascio dei prospetti per l’acconto IMU 2020 avverrà con modalità online, previo invio di una richiesta scritta al seguente indirizzo email: tributi@comune.alessandria.it (o eccezionalmente telefonando ai recapiti 0131 515511 – 0131 515536), allegando una visura catastale e l’idonea documentazione se beneficiari di agevolazioni.

«Si tratta di una modalità operativa – dichiara l’Assessore ai Tributi Cinzia Lumiera adottata nella consapevolezza che l’emergenza Covid-19 e l’esigenza di evitare assembramenti negli Uffici Comunali ci impone scelte operative particolari che nulla tolgono all’impegno per l’erogazione dei nostri servizi improntata alla massima efficienza possibile e all’utilizzo massivo delle tecnologie informatiche e di comunicazione. La data per l’acconto IMU 2020, il 16 giugno, si sta gradatamente avvicinando e invito i contribuenti a compiere per tempo, via posta elettronica, le necessarie richieste per i conteggi ai nostri Uffici Comunali».

La normativa di riferimento è la Legge n. 160 del 27/12/2019. In particolare, si richiama l’art. 1, comma 762 di tale Legge e si precisano i seguenti elementi essenziali da considerare:

  • in deroga all’articolo 52 del Decreto legislativo n. 446 del 1997, i soggetti passivi effettuano il versamento dell’imposta dovuta al Comune per l’anno in corso in due rate, scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre;
  • resta in ogni caso nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell’imposta complessivamente dovuta in un’unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno;
  • il versamento della prima rata è pari all’imposta dovuta per il primo semestre applicando l’aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente; 
  • in sede di prima applicazione dell’imposta, la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019;
  • il versamento della rata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno è eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote risultanti dal prospetto delle aliquote di cui al comma 757 pubblicato ai sensi del comma 767 nel sito internet del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze, alla data del 28 ottobre di ciascun anno.