Stefano Polo copia

Intervista al poeta e scrittore Stefano Polo, di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare un intervista al poeta e scrittore genovese Stefano Polo che è anche un autore della nostra redazione.

– Stefano ciao, ci vuoi raccontare cosa fai nella vita oltre a scrivere, di dove sei e qualcosa della città dove vivi? 

Sono di Genova, ho 52 anni e sono disoccupato. Genova è una bellissima città di mare con un bellissimo centro storico, uno tra i più grandi d’Europa. E’ una città che offre tante attrazioni da visitare per turismo.

– Sei anche autore nella redazione del sito web Alessandria Today, ci vuoi parlare di questa esperienza? 

Volentieri. Mi trovo molto bene, vedo che i miei testi sono molto seguiti e non posso che esserne orgoglioso di farne parte.

– Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo? 

Non sono tantissimi anni, praticamente in modo più assiduo lo faccio da quando ho conosciuto la mia compagna; è lei praticamente che mi ha ispirato per la maggior parte delle mie poesie d’amore, che parlano di sentimenti ed è lei che mi ha spronato, invogliato a continuare a coltivare questa passione e a lanciarmi nella pubblicazione dei miei scritti perché non ero molto convinto di farlo inizialmente.

– Scrivi per “La pergamena dell’anima” ce ne vuoi parlare? 

Scrivevo. Era un gruppo in cui mi trovavo molto bene ma purtroppo non esiste più, era un bel gruppo, mi trovavo molto bene.

– A tuo avviso chi è un poeta e cosa sarebbe il mondo senza poeti e scrittori? 

Senza poeti e senza scrittori secondo me sarebbe un mondo più vuoto culturalmente parlando, uno scrittore secondo me è un messaggero di qualsiasi tipo di sentimento.

– Con La Caravella Editrice hai pubblicato la raccolta di poesie “Le chiavi del mio cuore”, ce ne vuoi parlare?

“Le chiavi del mio cuore” è stata la mia primissima pubblicazione, dedicata alla mia compagna, nei primi tempi che stavamo insieme. E’ stata una grande soddisfazione proprio perché era la mia prima pubblicazione, la mia prima raccolta ed è stato emozionante trovarmi tra le mani quel mio primo libro, vedere la mia prima copertina col mio nome scritto.

– A tuo avviso cosa pensano le persone dei poeti? 

Penso bene, siamo comunque portatori di messaggi di sentimenti ed emozioni e in questo mondo ce n’è sempre bisogno di messaggeri di sentimenti e di speranza.

– Recentemente è stata edita una tua composizione, Il coro, dall’Associazione Culturale “Luna Nera” di cosa si tratta?

E’ una raccolta di vari poeti del 2012. Ho partecipato insieme alla mia compagna quell’anno ad un evento in cui sono state lette anche tre mie poesie che facevano parte di questa raccolta

– Come valuti la gestione della politica locale e nazionale in merito alla cultura?

Per quanto riguarda la poesia do una valutazione negativa perché la poesia è cultura e dovrebbe essere divulgata e promossa il più possibile.

– Hai partecipato alle Antologie “Anime in poesia” e “Senza trucchi né ritocchi”, ce ne vuoi parlare?

Sono state entrambi delle belle esperienze con Irda Edizioni e Cassandra Edizioni, entrambe nel 2013. 

  • Hai pubblicato “Vorrei essere creta”, “Il giardino dei miei desideri” e “Come un aquilone in cielo” ci vuoi raccontare?

Le prime due pubblicazioni sono uscite nel 2013 e l’ultima nel 2014. Sono state bellissime esperienze con diversi editori e di conseguenza con modi diversi di operare tra diversi scrittori e per me è stato un modo per maturare artisticamente nel settore della poesia.

– Prossimamente uscirà l’Antologia “Alessandro Quasimodo legge i poeti contemporanei” che comprenderà la tua poesia “I miei sogni da bambino”, che ci puoi dire in merito?

L’Antologia è già uscita nel 2018. E’ stata una bella esperienza perché è stato un onore che una delle mie poesie sia stata letta da un personaggio così illustre.

  • Quai sono i tuoi sogni nel cassetto?

A livello personale ho già realizzato nel 2014 uno dei miei desideri che era convivere con la mia compagna, a livello artistico nel settore della poesia, è stata la realizzazione dell’ultima mia raccolta “Questo giardino” con la prefazione di Alessandro Mazza che è l’editore di questo libro.

Biografia di Stefano Polo

Stefano Polo nasce il 24/05/1968 a Genova, in un paese chiamato S. Eusebio, dove vive con la famiglia. Da qualche anno si è avvicinato alla poesia per dare sfogo ai suoi sentimenti più intimi. Scrive per “La pergamena dell’anima”, un gruppo online di poesia. 

Recentemente è stata edita una sua composizione, Il coro, dall’Associazione Culturale “Luna Nera” nel 2012. In passato ha partecipato con i suoi testi ad eventi pubblici. Con La Caravella Editrice ha già pubblicato la raccolta di poesie “Le chiavi del mio cuore”. 

Ha partecipato all’Antologia “Anime in poesia” edito da Irda Edizioni, nel 2012 e sempre nel 2012 ad un’altra Antologia “Senza trucchi né ritocchi” edito da Cassandra Edizioni. 

Ha pubblicato “Vorrei essere creta” e “Il giardino dei miei desideri” nel 2013 e sempre nel 2013 è arrivato in finale al concorso “Salice d’ Oro” classificandosi decimo.

 La sua ultima pubblicazione risale al 2014 con la raccolta di poesie intitolata “Come un aquilone in cielo”  di Ga Edizioni.  Nel 2016 è arrivato in finale al concorso “Il canto delle muse” con la poesia “L’essere nulla”.

E’ di prossima uscita l’Antologia “Alessandro Quasimodo legge i poeti contemporanei” che comprenderà la sua poesia “I miei sogni da bambino”.