Momenti di poesia. Oltre lo scorrere del tempo, di Stefania Pellegrini

Lento scivolare di ore
cariche di silenzi
su una strada
che pian piano s’accorcia.
Scorrono
sentieri percorsi
balenano albeggi di aurore,
tramonti di fuoco
tumulti di emozioni.
Ma ancora l’oggi
reclama attenzioni
tra voci in cerca di parole
accordi di accorati suoni.
Su fili invisibili
s’imbastiscano silenzi.
Silenzi di mute emozioni
s’accendono su nuovi stupori
dal trafilare di chiari
striati lembi
tra palpiti di luce
o sul fiorir di stelle
al limitar della sera.
Accade che gli occhi inseguano
un vago barlume lontano
e paia illusione la morte
nell’attimo
che fugge la notte.

Anno 2011

Stefania Pellegrini ©

(dalla racconta TEMPUS FUGIT)