b14ff1e22b35b0af9aa01142b2749e82

Quell’affogare

senza capire

e non sapere più

se s’affonda

oppure

se si riemerge

quando mancano

il fiato

il respiro

la luce diretta

la mano che ti salva

il pensiero a liberarti

non può bastare più

la mente annaspa anch’essa

a ricercare tempi ora distanti

_ fra un passato trascorso

e un futuro inimmaginabile _

se potessi ti ricorderei

se meritassi ti perdonerei

se valessi non avrei voluto mai

relegarti fra i trascorsi senza gloria

emarginandoti da qualsiasi memoria

 

non sapere più

e non aver saputo mai

ascoltando quella voce dentro te

l’unica traccia che ti parla e ti dice

che è così che rinasce ogni Araba Fenice

 

 

 

@lementelettriche – di Paola Cingolani