Momenti di poesia. Un giorno – un clochard, di Stefania Pellegrini

Pomeriggio assolato,
lungo il ciglio della statale.
Cappello e guanti di lana neri,
cerata gialla.
Lui spinge un carrello della Conad,
colmo di cianfrusaglie,
e rigonfi sacchi neri.
Mi supera senza vedermi:
capelli arruffati,
barba lunga,
dita nere dei piedi
nei sandali di plastica grigia.
Il secondo in pochi giorni,
un altro “invisibile”
nel cerchio degli ultimi.
Un altro
costretto a inventarsi
un rifugio ove sostare
lungo la via della passione.
Il sole oggi è generoso – l’aria calda.
Ma domani,
se neve o gelo
scenderanno inclementi
sulle ossa indifese?
Pietà non avranno.
E noi?
Una monetina – uno sguardo
e passeremo oltre.

Stefania Pellegrini ©
DIRITTI RISERVATI