Io non lo so.
L’ho guardata da un oblò
camminavo per strade sconnesse
sentieri sterrati
eludendo passioni effimere
millantando di poetar d’amore e vita mentendo al mio sè
cercardo di ostentare differenze.
Scrivere di viaggi
e voli pindarici
senza un pezzo di carta che autorizzi.

Quando qualcosa muore
non preoccuparti
qualcosa nascerà
un vuoto che è tutto
un seme, un fiore…
un ricordo.
Una domanda al cielo.
Una rosa in dono.
Un nuovo nome.

Francesca (PF JoyLotus)