La Poesia dialettale alessandrina
perde uno dei suoi migliori cantori.

ANDÉ PARÒLI – Cianèn Olivieri

Andè, paròli lisandrèini,
vulé, ansüma dla Sità!
Ans’i paìz, fina al casèini
…ch’i sapu chic’jeru i Lisandrèn!

Cula gent ch’la stava chì;
ch’is ‘na visu pròpi bén
ad cul mond ch’a l’è finì.

Car maznà da j’ògg sclènd,
ch’i sarrèi i padròn del mond,
smentièv nenta dla vostra gent…
per ricurdèj, ‘l basta ün secònd!

ANDATE PAROLE – Luciano Olivieri

Andate, parole alessandrine,
volate, sopra la Città!
Sui paesei, fino alle cascine
… che sappiano di noi la verità!

Che sappiano chi erano gli Alessandrini,
quella gente che viveva qui;
che se ne ricordino proprio bene
di quel mondo che non c’è più.

Cari bambini, dagli occhi limpidi,
che sarete i padroni del mondo,
non dimenticatevi dei vostri avi…
per ricordarli, basta un secondo!