orme scelate 900

ORME SVELATE

This shows a head

La ricerca condotta dal team del Center for Healthy Brain Aging (CHeBA) dell’UNSW ha dimostrato che alcuni problemi di memoria da parte degli adulti più anziani sono predittive della futura demenza. I risultati appena pubblicati su PLOS ONE evidenziano l’importanza dei medici generici nell’ascolto della popolazione di pazienti adulti più anziani in relazione alla memoria. Hanno scoperto che quando gli adulti più anziani vanno dal loro medico di medicina generale con disturbi cognitivi soggettivi specifici della memoria, sarebbe saggio prenderlo sul serio in quanto potrebbero prevedere la futura demenza. I disturbi cognitivi soggettivi si riferiscono all’esperienza personale di un declino cognitivo. La ricerca suggerisce sempre più che queste lamentele soggettive potrebbero essere il primo stadio rilevabile della demenza preclinica. I disturbi cognitivi soggettivi hanno il potenziale per catturare i problemi di memoria di tutti i giorni che non vengono sempre rilevati dai test clinici. I reclami cognitivi soggettivi possono essere…

View original post 365 altre parole