E’ vago il sognare

di un prato di fiore sbocciato,

di una mare salato

e di un monte ricoperto di neve,

è vago e insicuro

pensare di poterlo

di nuovo sentire.

E’ vaga la speranza

che nasce nell’alba

e silenziosa si

addormenta al tramonto

del giorno,

come vago è sapere

di vivere ancora.

E’ vago il colore

che sfuma sulle cose

e sui passi insicuri

che posiamo ogni giorno

nel cammino di vita

che ci compete

in un bianco e nero

altalenante di sfumature

se non proprio

dal un tono dominante.

E’ vago ma resta sempre

la voglia e il desiderio

di potere, sempre, volare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: Photo by Adeline Spengler