tram09 - Copia

Effettivamente non è semplice essere aggiornati alle innovazioni frequenti del ritmo dei nostri giorni.

Sembra sfuggire quell’attimo, in cui si recepisce una nuova nozione, attenendosi, per un breve tempo, ad essa e già, la stessa, viene superata da una recentissima creazione, più pratica e veloce, che proietta la precedente nel dimenticatoio.

Nei tempi passati un atteggiamento tecnico aveva una più lunga durata e c’era il tempo di assaporarlo Con calma traendone le giuste conclusioni,e apportandone, eventualmente, qualche modifica soggettiva, ora è tutto prestabilito, e immodificabile, altrimenti si va fuori uso.

La problematica, diventa più pesante, per le persone anziane, sempre restie a immagazzinare nuovi dati nel loro stanco cervello, e vogliosi di una pace e serenità interiore, che la vita sembra non volergli consentire.

Ma quanto riusciremo tutti, ad assecondare il vortice delle varie innovazioni che si presentano al nostro orizzonte? Si ribellerà una massa di persone a questo voler “triturare”, la mente, con osservazioni e regole sempre diverse, di cui, infine si fa fatica ad assimilare il meccanismo?

O forse è un esercizio costante per abituarci, nel tempo, a imparare, a velocità supersonica nozioni sempre nuove, per acquistare la capacità di districarle in tempi supersonici? Chissà….. l’evoluzione è davvero imprevedibile in tutti i sensi!!!

@Silvia De Angelis 2019