Non di questo mondo

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=58858&Avviso=0

Ecchecazzo, sempre fiori e metafore
e ciclamini
rosa come le sue mutandine
e calle oscene
dal clitoride eretto affondato nel buio
senza vergogna.
Il fiore più bello l’ha tra le cosce
e lo nasconde come fosse una vergogna.
Ma lei è bella quando:
è pudica come una mimosa
è sfrontata, vestita di petali trasparenti di ciclamino
è senza vergogna, come una calla spalancata
anche quando è invisibile come i miei pensieri.

Oggi è lì che vado.
Nei miei pensieri.

View original post