115151149-de7506e6-e2a6-43a4-a900-f86567441c0c

Alberto Zangrillo, del San Raffaele sostiene che “clinicamente il virus non esiste più”, ma è polemica con il dott. Locatelli ematologo e pediatra

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Premetto che ho ritenuto di pubblicare il post del prof Alberto Zangrillo del San Raffaele di Milano, in quanto ritengo che in questa fase dell’epidemia non è totalmente da escludere che quanto sostiene, in merito al fatto che la carica virale riscontrata nei nuovi positivi è decisamente inferiore a quella riscontrato tempo addietro possa essere fondato e quindi che il virus clinicamente non esiste più.

Questa esternazione di Zangrillo si basa su uno studio fatto dal virologo direttore dell’Istituto di virologia, il prof. Clementi e del prof. Silvestri della Emory University di Atlanta». 

Resta il fatto che ci sono opinioni contrarie che sostengono la necessità di mantenere ancora atteggiamenti prudenti onde ridurre la possibilità dei rischi di contagio.

Un problema che non riguarda solo le persone con un età avanzata e per di più con delle patologie tipiche, anche se non esclusive di una certa fase della vita, ma anche gli asintomatici eventualmente ancora contagiosi e i giovani che potrebbero rappresentare un veicolo di contagio per genitori e nonni come purtroppo è successo nel recente passato e in alcuni casi con esiti infausti.

Ovviamente e nell’interesse generale auspico che quanto asserisce il prof. Zangrillo, in netto contrasto con il dott. Locatelli ematologo e pediatra trovi riscontro concreto con un reale fondamento scientifico.

Il link del post da corriere.it: 

https://alessandria.today/2020/06/01/corriere-it-alberto-zangrillo-del-san-raffaele-clinicamente-il-virus-non-esiste-piu/

Foto: liberoquotidiano.it