Oh fuggire, quale brama

quel pensiero cattura.

C’è un altrove nell’onda

che lenta avviluppa

e la sabbia immobile

silenziosa

pare inghiottire?

Serena dagli occhi grandi

due smeraldi color del cielo

si chiede dove raggiungerla.

Per andare, fuggire là,

verso la linea

che tutto nasconde.

Ha brame di cieli puri

di mari incontaminati,

la noia vorrebbe spazzare

con le speranze

che legge sul mare.

Lame, schegge di luce

un argenteo brillare

su acque cerulee,

lento fluire di un canto

di brezza sconosciuta.

Pagine bianche da riempire

di blu, d’argento

dei riflessi dell’aurora.

Serena insegue il desiderio.

Sogna di cavalcare l’onda.

 

©Stefania Pellegrini 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI ALL’AUTRICE