Personaggi illustri calabresi, di Vito Sorrenti 

(Italiano) Copertina flessibile – 13 giugno 2020

di Vito Sorrenti (Autore)

https://www.amazon.it

La Calabria, una regione poco nota e poco frequentata e ai più sconosciuta. Sconosciuta ai suoi stessi figli, molti dei quali sono sparsi e dispersi nel mondo e non hanno mai avuto modo di vedere e di godere la natura selvaggia della Sila e dell’Aspromonte, il verde lussureggiante delle Serre, i fondali dei suoi mari cristallini, la chiesa di Santa Maria dell’Isola a Tropea, eretta sull’omonimo scoglio, il Battistero, il Castello e la Cattedrale di Santa Severina, la fortezza aragonese di Le Castella, il Belvedere di Piazza San Rocco a Scilla, il Paese arroccato di Pentidattilo, la scogliera di Copanello, il castello Murat e dintorni a Pizzo Calabro, il Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, con i suoi tesori di inestimabile valore come i Bronzi di Riace e la Testa del filosofo; 

il Lungomare di Reggio, definito da Gabriele D’Annunzio il più bel chilometro d’Italia, la Cattolica di Stilo, un capolavoro assoluto dell’arte bizantina; il Codice purpureo di Rossano (Evangeliario greco miniato del VI secolo), le Muraglie di Annibale a Pietrapaola ecc. ecc.. Insomma tutte le testimonianze di un passato glorioso lasciato in eredità dalle sue fiere popolazioni. La Calabria, culla della civiltà della Magna Grecia, culla del pensiero filosofico, ove Pitagora*, matematico, taumaturgo, astronomo, scienziato, politico, fondò una delle più importanti scuole di pensiero dell’umanità, che prese da lui stesso il nome: la Scuola pitagorica; 

la Calabria luogo natio di giganti come Milone di Crotone, Ibico di Reggio Calabria, Nosside di Locri, San Francesco di Paola, Gioacchino da Fiore, Cassiodoro di Squillace, Bernardino Telesio, Tommaso Campanella, Mattia Preti, Pasquale Galuppi, Guglielmo Pepe, Francesco Jerace, Renato Dulbecco, Corrado Alvaro, Francesco Cilea, Leonida Repaci, Gianni Versace e molti altri ancora. 

Li passeremo tutti in rassegna e avremo modo di conoscere il contributo che hanno dato all’umanità e in pari tempo, scopriremo i motivi per cui andare orgogliosi dei nostri eroi, del nostro passato e delle nostre radici: tutti fattori che stanno alla base della nostra identità. Ciò premesso e, in considerazione del grande amore che nutro per la poesia, principale nutrimento spirituale dell’anima, ritengo doveroso iniziare questa rassegna con un Poeta.