Non di questo mondo

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=59096

Già l’avevo immaginato
ogni volta che salgo per sentieri e mulattiere dei cari luoghi
e ogni volta è  il suo desiderio che toglie la fatica.
Il desiderio della visione alla fine del sentiero.
E alla fine si apre, la visione,
come un fiore indifferente al temporale
ed è più di quello che avevo immaginato
sempre nuova di colori
adesso verde di alghe in fiore
poi blu di cielo riflesso
e bianca, come l’acqua che scende sui fianchi del monte
bianca, come le nuvole.

Le nuvole poi , sembra basti allungare un braccio
un dito
per un tocco
un lampo
una scintilla.

Da qui, oggi, non si vede
e solo immagino di che colori veste
ma so che è là, più bella dell’immaginazione,
là, alla fine di qualche sentiero.

E alla fine di qualche sentiero si aprirà di nuovo come un fiore
indifferente al temporale che lo bagna
sempre nuova…

View original post 5 altre parole