Momenti di poesia. Penombra, di Daniela Forcos

Tu non mi abbandoni mai 

ti vedo dalla penombra 

dello specchio incavato

con le tue parole di musica 

e il ritmo più veloce del cuore 

che vuol ascoltare e vivere 

mentre il mondo dorme 

nel ventre della notte

dove anime tormentate 

cercano riparo negli abbracci .

Fuoco che brucia di passione 

nella prigione dei sentimenti 

labbra affamate si cercano 

nei fragili momenti spesi 

allentano il loro respiro 

per cogliere gocce di vita 

ingannando il tempo 

che tenta di fuggire 

prima di rubarmi un bacio 

dolce come una preghiera.

Ma tu sei davanti alle stelle 

e ti impossessi del mio corpo 

con tutti i suoi battiti 

rubi le mie attese 

perdute nel tramonto.

Io disarmata e nuda 

risorgo e mi spengo 

come una scintilla 

dal tuo abbraccio. 

Mi offro alle tue mani 

e al tuo respiro 

come la pagina di un libro 

come la tela 

su cui sai dipingere 

la mia musica e la tua poesia.