Valeria Viva autrice, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava:

Alessandria today è lieta di presentare la biografia e le riflessioni dell’Autrice Valeria Viva.

Valeria Viva Autrice

Note biografiche e riflessioni di Valeria Viva

Anno 2012 il mio libro “Emozioni e riflessioni della vita”

2016…cortometraggio poetico-scenaperta-reale…

2017: Calendario poetico:”…LE STAGIONI DEL CUORE”…

Autrice di testi poetico-musicali anno 2018…Tre brani pubblicati su spotify in varie piattaforme settembre imminente uscita compilation poetico musicale varie interviste  stazioni radiofoniche…  Fimfiera  Milano 2017 agosto al timone di un programma: RADIO OPEN 24: TRA MUSICA E POESIA, Speaker Giulio Mosca

Trasmissioni televisive: Cultura Moderna su Italia uno di Antonio Ricci, Rai uno con Carlo conti, Toscana TV.. TV Siena, TV9 Grosseto partecipazioni in vari eventi poetici-musicali, attestati concorsi sul web

Eventi continui teatrali spontanei Scenaperta, Associazione culturale Polis 2001, associazione grossetana Arti figurative.

Nata nel profondo Salento in un paesino collinare, studi licenza media superiore gestivo l’arte del ricamo con una ditta di Grosseto, trasferita in questa cittadina per amore alternavo  in una agenzia di animazione, ho dedicato la mia vita tra teatro  e poesia, e con la musica in metrica attimi di pura melodia, disegno tutti i giorni con l’inchiostro colorato, della vita  tutto quello che ho seminato

Valeria  Viva ….in arte “Valèry”.

Valeria Viva nata a Ruffano (LE) in un paesino collinare,  famiglia numerosa 4 figlie io secondogenita, Papà muratore, mamma lavorava all esportazione del tabacco, noi sorelle con l’artigianato in varie ditte toscane e Salento, 

Poi trasferimento a Grosseto tra le valli coltivate maremmane, ho sposato il mio destino, avevo sempre un pensiero fisso legato, che a dir vero quando non me l’aspettavo ho cominciato a ragionare con la mia sola testa, succube di volta in volta quella totale indifferenza… tra il mio libro poesie, canzoni, teatro spontaneo con letture espressive con associazione Culturale scenaperta ho create dalle mie profonde riflessioni, di come sono stata considerata nel valutare il mio poetico bagaglio.

Forse perché avendo studiato il minimo non mi era possibile avere il massimo diciamo, forse perché venivo da una fascia media non intellettuale, han fatto si che ho dovuto lottare coltivando da sola il mio sogno proibito documentandomi con la tecnologia.

Ora come ora con questa società pandemica in corso vorrei spesso farmi delle domande difficili da mettere a fuoco, più che una riflessione direi chiaramente una confessione, ritornando a questi giorni di reale silenzio universale, una lotta contro questa infernale trappola. 

Categorie artistiche d’ogni genere ho sempre trovato un muro insormontabile, calpestando le fasce più deboli, sì ora posso dire che questa pandemia le ha recato una inconfutabile lezione, mettendo a repentaglio la fragilità del nostro sapere, calcolando la distanza umanitaria, che non esisteva più.

Questa pandemia mi ha ridato l’orgoglio perso confrontando ogni essere malvagiamente guardando dall’alto in basso se potevo passare o meno… ora vedo e sottolineo… dispiace vedere questa pandemica lezione a tutti indistintamente… veder questa terra violentata dal loro stesso vivere… vederli tutti fermi su un’unica piattaforma a guardare le stelle, penso che ognuno dovrebbe farsi un esame di coscienza e camminare più spesso con i piedi per terra… se vivo serenamente le mie più espressioni poetiche per una giusta causa, coltivando la più totale energia poetica – materiale e spirituale dal mondo stesso confusa.

ValeriaVivaAutrice