Non c’è certezza d’altre vite
ma vorrei nascere al lago, in un giorno di sole.
Perchè lo so che c’era il sole
anche se era una fredda giornata dicembrina.
Era la primavera di una lunga estate.

Vorrei nascere al lago per andarci a pesca
e seminare alborelle sulle rive, buone per i vermi
e imparare l’attesa.
Salirei poi per le strade del centro, che vanno alle mura
in esplorazione
per scoprire che non ho ancora visto tutto.

Poi lì imparerei a sognare, sui suoni di un canto indimenticabile,
a salire sulle stelle, scese nel lago.
Quando me ne dovrò andare qualcuno mi regalerà una chitarra,
non perchè diventassi famoso
ma perche era un desiderio
e perchè iniziassi a cantarlo,
e a cantarla nelle notti che manca.

Non c’è nessuna certezza
ma una volta diventato grande,
se mai lo diventerò,
ne scriverei
prima che finisca l’estate appena iniziata.
Sì, vorrei nascere al lago
per trovare di nuovo tutto quello avuto fin qui.

foto tumbir

Non di questo mondo

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=59151

Non c’è certezza d’altre vite
ma vorrei nascere al lago, in un giorno di sole.
Perchè lo so che c’era il sole
anche se era una fredda giornata dicembrina.
Era la primavera di una lunga estate.

Vorrei nascere al lago per andarci a pesca
e seminare alborelle sulle rive, buone per i vermi
e imparare l’attesa.
Salirei poi per le strade del centro, che vanno alle mura
in esplorazione
per scoprire che non ho ancora visto tutto.
Poi lì imparerei a sognare, sui suoni di un canto indimenticabile,
a salire sulle stelle, scese nel lago.
Quando me ne dovrò andare qualcuno mi regalerà una chitarra,
non perchè diventassi famoso
ma perche era un desiderio
e perchè iniziassi a cantarlo,
e a cantarla nelle notti che manca.
Non c’è nessuna certezza
ma una volta diventato grande,
se mai lo diventerò,
ne scriverei
prima che finisca l’estate appena iniziata.
Sì, vorrei…

View original post 12 altre parole