Donna trovata con la gola tagliata alla fermata del bus, era uscita dal carcere tre giorni fa

La donna è stata soccorsa alle 6.45 di martedì mattina a Lotto. Indaga la polizia

Carmine Ranieri Guarino 30 giugno 2020

milanotoday.it

Donna trovata con la gola tagliata alla fermata del bus, era uscita dal carcere tre giorni fa

Quelle ferite profondissime al collo. Le cicatrici di vecchi tagli sulle braccia, che sembrano indirizzare le indagini. Ma quell’arma che sembra essere sparita nel nulla e getta strane ombre sulla storia. Giallo all’alba di martedì a Milano, dove una donna di 49 anni – A.B., una cittadina moldava – è stata trovata in strada in un lago di sangue con tagli alla gola. 

L’allarme è scattato alle 6.45, quando un passante ha visto la 49enne sull’asfalto accanto alla pensilina dei bus in piazzale Lotto e ha telefonato al 112. I soccorritori, intervenuti con due ambulanze e un’auto medica, l’hanno stabilizzata sul posto e poi l’hanno trasportata al Niguarda in condizioni molto delicate, anche se non sarebbe in pericolo di vita. 

Gli agenti delle Volanti sono riusciti a identificarla e hanno scoperto che soltanto tre giorni fa era uscita dal carcere di Castrovillari, in provincia di Cosenza, dove era finita dopo essere stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale. Sulle braccia della donna i medici e i poliziotti hanno riscontrato cicatrici di vecchie ferite, il che lascia pensare gli investigatori che la donna potrebbe essersi accoltellata da sola nel tentativo di togliersi la vita. Gli agenti, però, non sono riusciti a trovare il coltello, il che lascia aperta anche l’ipotesi di un’aggressione. 

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/cronaca/donna-accoltellata-lotto.html