Sabato 18 luglio alle ore 17 inaugurazione di ABISSI – mostra di cianotipie del corso di incisione IED Milano con Inchiostro Festival, presso il Chiostro in piazza Santa Maria di Castello, ad Alessandria

L’ ACCESSO allo spazio mostra è all’aperto ma contingentato, su prenotazione con biglietto gratuito tramite l’evento, e con apertura dalle ore 17:00 alle ore 19:00, secondo le disposizioni DPCM. Nuovi successivi ingressi liberi rispetteranno la lista d’attesa e la necessaria turnazione.

“Abissi” è una mostra di stampe realizzate dal gruppo di 21 studenti dello IED di Milano, durante il corso avanzato di tecniche di incisione e stampa coordinato da Arianna Vairo e Ambra Garlaschelli. La collaborazione tra l’Istituto e Inchiostro Festival procede da 3 anni e, solitamente, prevede molte lezioni e laboratori in classe in cui discutere, preparare e stampare le opere insieme. Quest’anno il corso è stato svolto interamente durante lockdown, costringendoci a ripensare tutto, dal procedimento di stampa, alla maniera di relazionarci per progettare insieme. Non potendo accedere al laboratorio abbiamo deciso di realizzare le nostre opere in cianotipia, una tecnica di stampa fotografica che ognuno ha potuto sperimentare rimanendo a casa, ci bastava semplicemente un po’ di sole per stampare.

Questa tecnica è caratterizzata dal colore blu intenso e ci è sembrata subito perfetta per il tema “Abissi”, scelto per il 2020 da Inchiostro Festival.

Ognuno ha ragionato in modo diverso e personale, ma quasi tutti hannp sentito da subito l’affinità tra il tema su cui stavamo lavorando e il periodo che stavamo vivendo. Un abisso personale nella cui oscurità ognuno di noi ha intravisto qualcosa di diverso. Per alcuni è stato un momento che sembrava fluttuare sospeso in un tempo immobile. Per altri è stato un lento sprofondare in un abisso di buio e quiete, ma anche di paure nascoste e confronti intimi. Per altri ancora era una sensazione fisica, avvertita in diverse parti del corpo, o un’immersione in grado di portare la nostra mente altrove, inglobandoci all’interno di un’azione. È stato un tuffo nell’ignoto alla scoperta di tesori nascosti e un’esplorazione delle profondità più scure i cui abitanti sono in grado di produrre la luce. Una ricerca interiore in cui si continua a procedere senza fine, perché la risposta che si cerca non è data da un risultato ma è racchiusa nella ricerca stessa. Una riflessione sulla percezione che abbiamo del tempo e dello spazio e sui collegamenti che ci uniscono. Una vertigine che ci attrae pur spaventandoci, e un abisso che è assenza di pieno, ma anche presenza di vuoto. Un riflesso distorto che modifica le nostre forme, proprio come l’acqua, trasformandoci in qualcos‘altro. Il risultato è una mostra di piccole finestre blu. Finestre diverse e colorate, piene di riflessioni, paure, rumori, profumi, pensieri, incertezze, risate, notti insonni e musica.
Le stesse finestre che abbiamo osservato e da cui abbiamo osservato per mesi, aspettando che si trasformassero nuovamente in porte.

Artisti-studenti partecipanti: Annarita Bacchini, Anna Beluffi, Sara Brienza, Margherita Caspani, Leonardo Comalli, Caterina Costa, Luce Maria Franchina, Rebecca Giannotti, Lara Montresor, Maya Perotti, Paolo Eccher, Giulia Masia, Allegra Roberta Memoli, Clara Panainte, Aurora Protopapa, Giulia Rosa, Sara Ruggieri, Beatrice Sacchi, Anna Spreafico, Diletta Tirrò, Elia Tonicello.

/// EVENTO presentato anche in diretta video su Facebook.
Scopriamo insieme gli abissi, respirando all’aperto, come dopo un viaggio nel Nautilus descritto da Jules Verne.

/// WORKSHOP di cianotipia – ore 15:00
Prenotazione > http://www.facebook.com/events/212037690047888

Associazione Culturale Inchiostro Festival APS
info@inchiostrofestival.com