Costellata, riflessa.

Sospesa dal filo del pensiero,
sull’altalena della vita fanciulla spensierata, di un tempo lontano che ora segna gli istanti di un amore a distanza.
Vibrante segreto nell’oscurità della notte illuminata
dal chiaro di Luna nel cielo costellato riflessione luccichio del mare,
bollicine di spumante per brindare all’amore. Donna! non restare in bilico nel mezzo della notte!
L’ altalena, ad occhi chiusi, conduce a ritroso…
tu sei nata per viaggiare,
il mondo esplorare. Solamente quando di fatica corpo gravato
affanno,
ristoro alle fronde dell’albero gigante sull’altalena dondolante.

Elisa Mascia 17-7-2020