Sono sere d’estate

quelle blu nelle stelle

e azzurre nel mare,

sono sere che portano

il sogno a svegliare

il silenzio che rode

come sabbia rovente

sulla pelle del piede,

sono sere d’estate

quelle chiare su un orizzonte lontano

su lidi di attimi dolci

salati dal mare

e dai pensieri sbagliati,

e frantumano sugli scogli

come passeri soli

alla ricerca di una briciola

che s’invola sfuggevole,

sulla spiaggia

rasata dal vento.

Sono sere d’estate

quelle che io sento

e mi tengono sveglio

a guardare,

mentre la luna sfacciata

si loda brillante

oltre un’onda ormeggiata

al prossimo lido

di una vaga speranza,

sono sere d’estate

senza importanza.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web