E mi fermo sul ciglio

di un pensiero,

la paura del diverso

accanisce l’ostacolo vero,

il mondo lo ritrovo

con un sasso gettato al cielo

mentre sul lago si aprono

cerchi infiniti

a dissociare il senso,

e mi fermo sul ciglio

del pensiero

che rifiuta l’oltre

così tanto straniero

da non capirne

nemmeno le parole.

Sono incerto sul finire

di un tramonto

come non lo ero mai

stato nella primavera

di un sogno.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web . Photo by Jerry Uelsmann