Giro intorno

Su me stesso

Nel falò dei propositi

La città è un presepe

Di flash e

segretarie immobili

Non bruciamo tutto così

Non smettiamo di perderci

Per ritrovarci sempre qui

Stormo d’angeli

Basta il respiro della notte

Per chiedersi, per credersi.

Le caviglie s’intrecciano

In un tango

in fondo a un vicolo

Mani si stringono,

Occhi s’abbassano,

Labbra si toccano

Non bruciamo tutto così

Non smettiamo di perderci

Per ritrovarci sempre qui

Stormo d’angeli

Basta il respiro della notte

Per chiedersi, per credersi.

© 2 + 0 = 2 – 0 / lemiecosepuntonet

Invito ad un tango su lemiecosepuntonet