DOLORE, di Anna Giancarlo

DOLORE___

Nel sommerso dolore

nel buio della memoria

nel nulla del tutto

sorge una luce fioca,

emergono arcani 

fantasmi del passato

stritolando il seno.

Scorre la linfa vitale

nel respiro angoscioso,

un barlume di certezza

abbatte lo scoglio

 affrontando

quel muro di delirio

riducendo il tedio in

briciole di polvere.

Non v’è più incognito

né vertigini d’indugio

 rassegnato.

S’accende 

un velato sorriso 

all’annientamento

di antichi ricordi

di dolori…

                NINA

    (Anna Giancarlo)