e294a83c40cf5ff8f627301857ed6d9d

Spighe rilucenti
fino allo splendore dell’oro
baciate dal sole e carezzate dal vento

mi accolgono:

– purezza di chi può tornare risanato
alle antiche sorgenti –

ripercorrendo quelle strade smarrite
e finalmente ritrovate
respirando spire di risveglio
nell’aria alanina del cielo
a riaccendere giorni di serenità e pace.

Ho cancellato quel mistero che fu pioggia
lontano dall’azzurro firmamento
che mi tenne rannicchiata ed impaurita
in sottoscala umidi e scuri
donando false fioriture
gelando lo sguardo
perché colmavano d’ombra
le cose future.

Oggi ho imparato ad apprezzare
quei ventagli luce
che ravvivano la vita
nelle loro cangianti sfumature.

 

@Grazia Denaro@