Era proprio così, come quella notte, ricordi?
Il vento scendeva correndo tra gli alberi fino alle pianure
e piegava l’erba e i fiori,
le margherite, i narcisi,
i ciclamini.
Poi d’improvviso mise braccia di bimbo e ne colse uno,
il più bello.

Stanotte era così
il vento scendeva alle pianure correndo tra gli alberi
fino ai prati rosa di Lilith
ma mise braccia d’uomo e la prese alla schiena
alla schiena e ai fianchi agitati dal vento.

E il bimbo saltò l’ostacolo.

 

https://bonvinifranco.wordpress.com/2020/08/04/braccia-di-vento/

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=59715