Salve a tutti piccoli grandi lettori

La recensione di oggi è: “Piccolo Buio” di Cristina Petit

Edizione: Il castoro

RECENSIONE PICCOLO BUIO

TRAMA

“Un martedì sera di novembre senza luna, sarà stato per un prurito o forse uno starnuto, Talla svegliò.“ “Come fu come non fu, il sonno non tornò, Talla vide una piccola luce Che veniva da un’altra stanza.“ Questa è la storia di Talla, una piccola bambina con la camicia da notte e i codini, che si sveglia per un rumore, e non riesce più a riaddormentarsi. Ad un certo punto, la piccola, vede una luce che viene da un’altra stanza. La bambina anche se è un po’ impaurita decide di andare a vedere cos’è “Io sono una bambina grande, questo è solo un piccolo buio per me e quella luce arancione non è certo…l’uomo nero che mi vuole acchiappare! Io non ho paura, però è meglio andare.“. La bambina continua ad esplorare la casa trovando ripetutamente delle luci al buio e si rassicura dicendo “IO NON HO PAURA PERÒ È MEGLIO ANDARE”, così incontra: gli occhi del lupo, le antenne del mostro, i denti dello squalo più grande del mare, il fantasma fu pronto a gridare. Fino a quando non arriva nella stanza della mamma.

PICCOLO BUIO

RECENSIONE

La storia è molto dolce, Talla , dopo essersi svegliata, non riesce più ad addormentarsi e vede delle luci, si fa coraggio e decide di vedere cosa sono, anche se ha un po’ paura del buio. Il tema principale è la paura del buio, in casa nell’oscurità ci sono un sacco di luci, e se non sappiamo cosa sono possiamo essere spaventati da quello che non conosciamo. Nell’ultima pagina potete trovare una mappa della casa di Talla e tutte le lucine che si possono trovare nel buio.

Spero che vi sia piaciuta questa recensione se sì mettete mi piace e condividete. Seguitemi sul canale YouTube su Facebook su Instagram e su Twitter Se volete lasciate un commento per dirmi cosa ne pensate Grazie e buona lettura da Piccolo Grande Mondo dei Libri E🍀…