Aggiornamento sui lavori di Edilizia Scolastica ad Alessandria

La conferenza stampa odierna a Palazzo Comunale di Alessandria ha consentito al Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, all’Assessore all’Edilizia Scolastica Silvia Straneo, all’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Barosini e al Dirigente Comunale del Settore lavori Pubblici Fabrizio Furia di illustrare nel dettaglio una serie di azioni che l’Amministrazione Comunale ha messo in campo a favore delle Scuole cittadine e, più specificamente, di quanto attiene alla materia dell’edilizia scolastica per i plessi di competenza comunale.
Se, per un verso, i temi oggetto della conferenza stampa erano già stati definiti prima dell’emergenza maltempo che ha colpito il territorio alessandrino gli scorsi 1° e 2 agosto, per altro verso, i rappresentanti istituzionali dell’Ente hanno chiarito nei propri interventi che il programma complessivo di messa in sicurezza ed efficientamento delle scuole non è stato messo in discussione e, nel suo declinarsi nel prossimo triennio, mantiene tutta la propria efficacia e viene integralmente confermato, anche se l’emergenza meteorologica recentissima di inizio agosto, come la stessa pandemia da Covid-19 rendono questo anno 2020 particolarmente complesso e sfidante e hanno costretto ad alcune rivisitazioni programmatiche e operative rispetto a quanto si era inizialmente pianificato.
Proprio il riferimento agli aspetti della sicurezza ed efficientamento delle scuole costituisce uno dei cardini su cui si incentra l’azione del Comune di Alessandria.

«Si tratta di un obiettivo che – ha dichiarato il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco – è stato certamente rafforzato nelle sua importanza anche alla luce del maltempo del 1° e 2 agosto scorsi.
Per questo ci siamo adoperati da subito emanando Ordinanze di massima urgenza in particolare per alcuni plessi scolastici e considerando l’imminente avvio dell’anno scolastico fissato al 14 settembre.
Si tratta di una sfida significativa che, tuttavia, non fa venire meno quell’attenzione radicata e costante che la nostra Amministrazione Comunale ha scelto di avere, in termini complessivi, per porre mano ad una valorizzazione di tutta la realtà degli edifici scolastici del nostro territorio comunale e per poter attuare un generale miglioramento per quanto riguarda la sicurezza e, non secondariamente, il tema dell’efficientamento di questi stessi edifici.
Per questo ringrazio l’Assessore all’Edilizia Scolastica Silvia Straneo, così come l’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Barosini per la sinergia con cui, d’intesa con la Direzione tecnica e il Personale comunale, stanno seguendo questi ambiti operativi che considero assolutamente strategici per Alessandria e per la qualità dell’esperienza scolastica che intendiamo offrire ai nostri giovani concittadini».

Questa vasta e complessa azione di valorizzazione sul tema dell’edilizia scolastica trova riscontro puntuale in ciò che è stato previsto nella Nota di aggiornamento al DUP per quanto riguarda il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2020-2022 (documento di fondamentale importanza per l’Ente e che verrà discusso nella seduto del Consiglio Comunale del prossimo 17 agosto).
Nel Piano Triennale OO.PP. gli investimenti a favore dell’edilizia scolastica ammontano complessivamente a 27.268.264 euro e corrispondono a circa il 34% dell’intero ammontare del Piano.

«Proprio questi importi – sottolinea l’Assessore all’Edilizia Scolastica Silvia Straneo – ci dicono dell’impegno che stiamo mettendo su un tema che riteniamo tutti particolarmente importante e strategico. Si tratta di un obiettivo sfidante e impegnativo per il conseguimento del quale stiamo lavorando al reperimento di risorse attraverso molteplici bandi a cui partecipiamo e che hanno cominciato a fornire risultati di particolare rilievo. Faccio riferimento, ad esempio, ai circa 3 milioni di finanziamenti già reperiti e, su un fronte altrettanto strategico, alla qualità dell’interlocuzione che abbiamo non solo con i Ministeri di riferimento, ma anche con ANCE, con gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, con il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco (grazie al prezioso supporto del Prefetto di Alessandria) e alla ricerca di ogni possibile sinergia interna ed esterna all’Ente per pervenire in tempi rapidi a risultati tangibili e di qualità.
Specificamente per il nostro territorio comunale, il tema della messa in sicurezza va inoltre considerato sia per quanto riguarda le problematiche sismiche, essendo Alessandria classificata in “zona3”, sia le necessarie certificazioni di prevenzione anti-incendi richieste per Legge e che riusciremo a conseguire per alcune scuole già entro il 2020 per completare il quadro di certificazioni per tutte le scuole entro il 2022.
Certo, il lock-down da Covid-19 e i danni subiti con il maltempo del 1° e 2 agosto – tanto per gli edifici scolastici, quanto per le attrezzature e i giochi per i più piccoli in molti giardini antistanti le scuole in cui intendiamo declinare forme di “outdoor education” per il mantenimento delle precauzioni di distanziamento anti-Covid – hanno costituito un formidabile quanto drammatico “imprevisto” che, unito alla decisione della riapertura dell’anno scolastico il prossimo 14 settembre ci ha messo un po’ alla strette.
Tuttavia, i provvedimenti assunti nel brevissimo periodo così come la solidità di una programmazione attenta e scrupolosa declinata anche con la piena collaborazione dei Dirigenti Scolastici che, a questo riguardo, sentitamente ringrazio, non ci hanno piegato e ci consentono in ogni caso di confermare oggi quanto abbiamo pianificato per il triennio 2020-2022 e di pensare all’introduzione anche di obiettivi particolarmente strategici da aggiungere a quelli della messa in sicurezza e dell’efficientamento energetico: mi riferisco allo studio di soluzioni per la costruzione di nuovi plessi scolastici con consumo energetico “zero” (progetti N-ZEB) che possono portare ad ulteriore valorizzazione del nostro territorio nell’ambito delle scelte di economia “green”».

Complessivamente, questo è l’elenco degli interventi pianificati per l’edilizia scolastica di Alessandria:
 129.000 euro per bonifica da amianto (l’ultima che rimane da compiere per le scuole alessandrine) a favore della Scuola Media Straneo
 133.000 euro per la verifica di solai e contro-soffitti delle Scuole
 840.000 euro per incarichi a favore della progettazione anti-incendio (il massimo importo conferito con bando, per l’eccellenza dell’intervento proposto, a un Comune italiano)
 153.000 euro quale ulteriore bando per incarichi a favore della progettazione anti-incendio a favore specificamente delle scuole Straneo, Morando e Cavour
 290.000 euro per il progetto GSE (conto termico) promosso dal Ministero del Tesoro a favore del plesso della scuola Galilei
 723.000 euro di contributi del MIUR a favore della scuola Ferrero
 520.000 euro per le misure anti Covid-19 per tutti i plessi scolastici

A questo, va agigunta la domanda su bando del Ministero dell’Interno che abbiamo fatto per ulteriori 318.000 euro a favore di incarichi per le misure anti-incendio per le nostre scuole e di cui non abbiamo al momento ancora riscontro.

«Ciò che abbiamo previsto nella Nota di aggiornamento al DUP relativamente al Piano Triennale delle Opere Pubbliche – dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Barosini – più di ogni altra considerazione la dice lunga sulla strategicità che attribuiamo a questi interventi di riqualificazione delle nostre scuole per quanto riguarda il tema dell’edilizia scolastica. Ben il 34% degli investimenti per il triennio 2020-2022 riguardano questi ambiti e, per l’esattezza, abbiamo previsto, su un totale di investimenti pari a 27.268.264 euro, investimenti per 8.838.264 euro per il 2020, per 10.030.000 euro per il 2021 e per 8.400.000 per il 2022 a favore dei 33 plessi scolastici del nostro territorio comunale, con percentuali che, nei tre anni, sono di circa il 23%, il 51% e il 40% del totale degli investimenti per le Opere Pubbliche di Alessandria.
Questa attenzione al tema dell’edilizia scolastica va peraltro inserita in una attenzione più generale su cui sto convintamente lavorando e che, d’intesa con il Sindaco, mi porta a considerare anche aspetti ugualmente peculiari di uno dei documenti – il Piano Triennale delle Opere Pubbliche – tra i più rilevanti nella vita di un Comune e che, per il territorio alessandrino, riguardano le opere sul Rio Lovassima, la messa in sicurezza della Città e dei Sobborghi, le azioni in programma a Casalbagliano, Valmadonna, Valle San Bartolomeo, San Michele, quelle sui fossi, quelle per la valorizzazione delle aree industriali, per la riqualificazione dei marciapiedi, per la necessaria bitumazione dei più di 400 chilometri di strade che caratterizzano il territorio comunale… solo per citare gli aspetti più rilevanti».

In conclusione di conferenza stampa, sollecitati anche dalle domande dei giornalisti, ci si è ancora soffermati sulle problematicità causate dal maltempo del 1° e 2 agosto scorsi e, a questo riguardo, è stato confermato che i casi più critici riguardano l’asilo Mary Poppins in via Croce e la palestra della scuola di Mandrogne: in cui occorrerà rifare i tetti.

«Né il Covid-19 né, né quanto riguarda l’emergenza con le trombe d’aria e gli allagamenti di inizio agosto – ha concluso l’Assessore Silvia Straneo – potranno fermare la nostra azione di riqualificazione in tema di edilizia scolastica e, a questo riguardo, è doveroso precisare che abbiamo provveduto da subito ad affidare alla ditta già incaricata di curare la manutenzione ordinaria degli edifici scolastici, tramite specifica Ordinanza, l’incarico per la messa in sicurezza delle nostre scuole affinché sia assicurare massimamente e per tutte la possibilità di avviare regolarmente l’anno scolastico il prossimo 14 settembre. A questo proposito, mentre abbiamo già stanziato 200.000 euro per questi lavori di somma urgenza, non siamo ancora nelle condizioni di avere un quadro definitivo di tutti i danni subiti il 1° e 2 agosto poiché molti aspetti non sono facilmente verificabili dall’esterno delle scuole e vanno analizzati con cura perché il tema della sicurezza è troppo importante per essere preso sotto gamba. Sotto questo aspetto, ringrazio sentitamente i Dirigenti Scolastici che ci stanno aiutando a fare tali verifiche in modo scrupoloso e puntuale, consentendo così di accelerare già dai prossimi giorni la stesura del piano completo di interventi nel brevissimo periodo e l’avvio degli stessi in modo celere, qualificato ed efficace».