Deserti senza sabbia

acqua che non bagna

nulla che già

io non sappia.

Voci afone

in cori individuali

labirinti cognitivi

peccano di realtà.

L’insomma dei non luoghi

opache ingegnerie

L’insomma dei non modi

scale di grigi in dissolvenza

L’insomma mediocre

di ore smaltite nel vuoto

L’insomma di maschere

e adagi riciclati.

Metropoli gremite di nulla

incantesimo del potere

libri di pagine bianche

uniformate al consentito.

Buchi neri si trascinano

in decomposte euforie

immotivate neoplasie

nell’impero dell’insomma.

© 2 + 0 = 2 – 0 / lemiecosepuntonet

Non c’è insomma su lemiecosepuntonet