Momenti di poesia. Non cerco parole, di Stefania Pellegrini

Non cerco parole che feriscano il cuore,

lame nella pelle nuda.

Parole vuote, parole amare,

libere cedute

quando di pietà è sconosciuto il nome.

Cerco tenerezze nell’amore,

l’uguaglianza per il diverso,

la libertà del cuore.

Cerco armonie che quest’epoca

inquietante non sa darmi.

Prigioniera in un labirinto

di false credenze, di gratuite sentenze,

di finti miti,

in un’ostinata parvenza di perbenismo

cerco il silenzio di falsi profeti

su questo tempo distorto,

privo di memorie.

Voglio un mondo diverso,

un mondo più giusto.

Vedrò queste voci sgretolarsi al vento

e sarà malta per nuove fondamenta.

Dagli intonaci parole nuove

risveglieranno vecchie sapienze, e

ci sarà materia per plasmare un nuovo volto.

Stefania Pellegrini ©