IO TI HO PIANTO, di Vincenzo Pollinzi

Mi piace ricordare quelle notti

quando mi lasciavo cullare

sulle corde dell’ Anima e quello

che aleggia dentro il cuore è

qualcosa di più intenso di quello

che il Tempo mi nega, ci nega.

Io ti ho pianto e già rimpiangevo

la tua presenza, tinta solamente

di silenzio e di sguardi ovattati

che mi sforzavo di capire

senza riuscirci mai appieno.

Ora, senza asta e senza rete,

sui fili incerti della sorte

che scandisce le ore usate

compro miriadi di malinconie

al mercatino dell’ usato,

laddove esse valgono alla fine

amaramente sempre e solo

il prezzo che ne ho pagato.

VINCENZO POLLINZI @  11 Luglio 2020

Diritti Riservati sul testo

Foto concessa per gentile concessione

da PIERANGELA BILOTTA