USIGNOLO, di Oana Lupascu

USIGNOLO

Ascoltavo la tua voce

E sentivo il mio cuore cantare

Uccellino, non te ne importava

Di chi ti ascoltava

Di quello che io pensavo

Bella come se fossi sola                         

Come se non ti stessi guardando

O ti avessi mai ferita

Eppure piangevi il mio amore

Volato via con l’estate

E nel tuo canto

Ho trovato una risposta

Al dolore che ti avevo inflitto

E mentre tu soffrivi

Io stavo pregando

E fu silenzio intorno a noi

E tu udisti, finalmente

Cantare insieme a te

L’anima mia

E la bellezza fiorì

Alito calmo e dolce

Nel regno dei sogni

E l’amore mi tornò nel petto

Come un suono

Che si arrotondò in canto

Oana Lupascu

20 agosto 2019/20

Dalla pagina Facebook SOLE POETICO