La Sala del Consiglio Comunale di Alessandria utilizzabile per le discussioni delle tesi di laurea, in modalità telematica

Alessandria: Il Consiglio Comunale di Alessandria, durante la propria seduta dello scorso 6 agosto, ha approvato con Deliberazione n. 55 la possibilità che la Sala del Consiglio sia richiesta in concessione a titolo gratuito dai laureandi residenti in Alessandria per consentire loro di discutere, in modalità telematica, la propria tesi di laurea.

Si tratta di un’iniziativa che nasce direttamente in seno al Consiglio Comunale e che ha visto quale proponente il Vicepresidente Lorenzo Iacovoni.

Il testo ha ottenuto il preliminare parere favorevole della Commissione Consiliare Cultura e Istruzione e, il 6 agosto scorso, è stato votato all’unanimità dai Consiglieri Comunali presenti (21 voti favorevoli, ossia quelli dei Consiglieri Autano, Bianchini, Bovone S., Buzzi, Castelli, Cuttica Di Revigliasco, Gentiluomo, Guazzotti, Iacovoni, Locci, Lumi, Mazzoni, Micò, Onetti, Passalacqua, Poggio, Ravazzi, Rossa, Ruffato, Sciaudone, Serra).

Alla base di questa Deliberazione vi è, per un verso, il rispetto di quanto indicato dal Regolamento del Consiglio Comunale che (all’art. 7, c. 10) prevede che “Il Presidente regolamenta l’uso della sala del Consiglio Comunale, ne autorizza l’utilizzo dando priorità al Consiglio Comunale e alle sue articolazioni” e, per altro verso, la consapevolezza della Normativa vigente relativa alle misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Tra questi due elementi, si colloca l’attenzione che meritano gli studenti universitari e il fatto che, con l’attuale quadro normativo in vigore, è stato disposta anche nelle Università la “sospensione delle attività didattiche o curriculari in presenza, incluse le sedute di laurea, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza individuate dalle medesime Università, al fine di mantenere il distanziamento sociale e ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione”.

«La decisione di mettere a disposizione l’aula consiliare per gli studenti laureandi – dichiara il Vicepresidente del Consiglio Comunale Lorenzo Iacovoninasce da una motivazione fondamentale: restituire la dovuta sacralità a un momento tanto importante nella vita di uno studente, dando la possibilità di poterlo condividere con i propri cari, nel rispetto delle regole sul distanziamento. 

A corredo di questo, riaffermiamo il principio per cui il Palazzo Comunale altro non è che l’estensione della casa di ogni cittadino, è la “casa di tutti”. 

Sappiamo che la situazione delle modalità di laurea è variegata, ogni Università si sta muovendo in maniera autonoma, e per questo motivo l’unico criterio che abbiamo inserito nella proposta è quello di essere residenti nel nostro Comune. 

Ogni studente di Alessandria, a prescindere dall’Ateneo in cui è iscritto, potrà usufruire, se vorrà, di questa possibilità… augurandoci, naturalmente, che l’incubo del Covid finisca al più presto».

Dal punto di vista tecnico-operativo, la Sala del Consiglio Comunale può in effetti essere resa disponibile e allestita con le infrastrutture multimediali necessarie ad ospitare la discussione della tesi, consentendo ai laureandi di coronare il loro percorso di studi con la proclamazione della laurea alla presenza di una ristretta cerchia di familiari ed amici e garantendo, al contempo, il necessario distanziamento sociale prescritto dalle Norme di contrasto alla pandemia.

Il fine a cui la Deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 6 agosto 2020 è chiaro: restituire la solennità e la giusta atmosfera istituzionale a quel momento così importante nella vita di ciascun studente universitario alessandrino.

Per questi motivi, il dispositivo della Deliberazione fissa in alcuni specifici punti la volontà dell’Amministrazione Comunale per perseguire al meglio questo obiettivo:

  • offrire la possibilità agli studenti laureandi residenti in Alessandria di usufruire, a titolo gratuito, della Sala Consiliare per la discussione virtuale, con collegamento telematico agli Atenei, della tesi di laurea, a cui potrà assistere un numero contenuto di familiari ed amici, per un massimo di 30 persone, nel rispetto delle regole dei protocolli anticovid e del distanziamento sociale;
  • allestire la Sala Consiliare con le infrastrutture multimediali necessarie al collegamento telematico;
  • garantire la presenza del servizio tecnico a supporto dello svolgimento dell’attività;
  • esonerare l’Amministrazione Comunale da ogni rischio derivante da problematiche tecniche che compromettano l’ottimale svolgimento della discussione di laurea, mediante la compilazione, da parte del richiedente, dell’apposita dichiarazione.

«A fronte della proroga anche alla sessione estiva – sottolinea il Presidente del Consiglio Comunale Emanuele Locci della modalità di discussione delle tesi esclusivamente per via telematica, sulla base dell’applicazione delle disposizioni regolamentari degli Atenei e per continuare a contenere la diffusione del Covid-19, ci è sembrato doveroso riflettere su quali modalità potessero essere messe in campo dal nostro Ente, e in particolare, come Consiglio Comunale, per ridurre il più possibile i disagi dei nostri giovani laureandi, residenti in Alessandria. 

Poiché, come Presidente del Consiglio Comunale, il Regolamento mi affida la responsabilità esclusiva dell’uso della Sala del Consiglio Comunale, mi sono fin da subito reso disponibile e ho voluto dare al Consiglio Comunale l’opportunità di portare avanti in maniera condivisa questa lodevole iniziativa offrendo ai laureandi alessandrini la possibilità di usufruire a titolo gratuito della Sala Consiliare per il collegamento virtuale con l’Ateneo, sede di discussione della loro tesi di laurea.

Sono pertanto grato al Vicepresidente del Consiglio Comunale Lorenzo Iacovoni e a tutti i Consiglieri Comunali che hanno dimostrato, votando all’unanimità di cogliere la bontà della soluzione prospettata e la sensibilità con cui intendiamo, per quanto di nostra diretta competenza, sostenere i nostri laureandi alessandrini in questo anno accademico così complesso e drammaticamente straordinario a causa degli effetti della pandemia».

Per rendere operativo quanto deliberato, la Direzione Comunale competenze ha predisposto un apposito modello di domanda che i laureandi residenti in Alessandria interessati al nuovo servizio dovranno compilare e che è disponibile sul sito internet del Comunehttp://www.comune.alessandria.it).

La domanda – almeno 15 giorni prima della fruizione – deve essere:

  • inviata mediante email all’indirizzo presidenza.consiglio@comune.alessandria.it indicando il seguente oggetto: “Richiesta Sala Consiliare – laureando (Cognome e Nome)”;
  • consegnata all’Ufficio Protocollo dell’Ente (aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.30).