L’UOMO MODERNO, di Vittorio Zingone

L’UOMO MODERNO    

L’uomo moderno nasce   

col dubbio vitale dentro l’anima;   

apre le mani   

e gli sfuggono i sostegni   

che lo rendevan certo   

dei passi che dava,   

dei sui sogni.   

C’è un fuggi fuggi irrazionale   

dalla famiglia, dalla patria,   

dai sogni, dalla speranza,   

dalla religione;   

infinite strade  

si dipanano ad accogliere   

i non meditati passi suoi.   

Uno spazio troppo grande   

gli s’è spalancato   

a ventaglio innanzi,   

sopra, sotto, a destra, a manca;   

i valori del passato   

hanno mostrato insanabili    

miserie, ristrettezze,   

inconsistente andar   

verso un traguardo.   

Non basta più pregare   

isolati in un cantuccio   

freddo, buio;   

non basta più onorare formalmente   

padre e madre, zio e zia,    

nonno e nonna;   

non basta più sentirsi soffocare   

in confini di società egoistiche;   

occorre pregare   

con spirito allargato,   

occorre amare una famiglia   

aperta al prossimo;   

occorre dimostrarsi disponibili   

a collaborare    

col piccolo e col grande,   

col più ricco e col più povero;   

occorre comprendere i fratelli   

anche quando commettono assassinio,   

dovunque essi siano nati e vivano,   

qualunque religione abbraccino,   

in qualunque lingua   

s’esprimano o pur scrivono…   

Occorre che ciascuno s’apra all’altro   

e si ponga a disposizione   

di qualsiasi altra creatura,   

sia essa pietra, albero, animale,   

il nostro Dio medesimo…   

E’ tempo di prendere in considerazione   

il fatto che l’uomo non è re    

d’alcun’altra terrena, celeste creatura;   

che è un’entità  qualunque   

per cui è obbligato a tenere il passo   

con tutte le realtà   

che attorno gli convivono,  

ormai tutte vicine   

grazie al progresso tecnologico.   

Collaborare occorre diventi   

il nuovo Credo,   

farsi umili, guardarsi attorno,   

praticare il mutuo soccorso,   

imitare tutti il buon samaritano,  

non il levita, non il sacerdote,   

ascoltare la Voce della VITA   

per comprender ciò che gli altri   

vogliono offrirci  

o amano ricevere da noi  

in ogni giorno e notte   

di questa arcana,   

meravigliosa VITA.

foto pexels