albeggia marzo dagli occhi lenti

sola nelle stanze muta chiedo voce

di Grazia! Una mano calda ai morti soli

tra le nubi splende oro –

coscienza in pace, le parole.

Teresanto

ph. Rosita Delfino