Sera stellata,
nel soffuso tepore
dei nostri rintocchi,
ti prendo le mani
nella beatitudine sospesa
del rapimento della luce astrale
che irradia il cielo
nelle spigolature di luci ed ombre soffuse
su noi due attratti da grandi emozioni
a rapire i sensi azzerando il fiato.
 
Desiderio d’appagamento d’amore prende,
d’abbracci, di baci appassionati:
terremoto del sangue
che fluidifica e pulsa nelle vene
fino a far impazzire le fibre del cuore.
 
Incendio festoso
tra afflati e parole sussurrate.
 
un sogno questo essere qui,
e questo tremare dentro…
sensazioni
che penetrano in ogni nostro filamento
facendolo vibrare.
 
@Grazia Denaro@