Momenti di-versi: SE LE PORGESSI UN FIORE, di GIANFRANCO ISETTA

Di GIANFRANCO ISETTA

Ma questa luna chiara

chissà che ne direbbe 

se le porgessi un fiore.

Forse sorriderebbe

anche arrossendo un poco.

Lo sceglierei tra quanti

accolgano il profumo 

di farfalle generose

per coglierne l’umore

sin dal primo mattino.

Bisbigliando a una fioraia

al mercato delle pulci

come fossi a Parigi

quando il cielo s’imbianca

di nuvole vespertine

e la pioggia poi s’incarna

nella sera imminente.

Ma le cose non sempre,

scelgono d’accadere.

quando, impertinente, manca

l’intenzione,

https://alessandria.today