Momenti di poesia. Voglio un sogno, di Stefania Pellegrini

Voglio andare al di là di questo cielo ambiguo
che semina
bave amorfe di fastidiosi afrori
ristagni
di lande desolate
dove il canto è suono raro.

Voglio gocce di pioggia che lavino via
lo spessore del tempo,
che diano tregua
senza fradicio suono.

Voglio esser vento,
liberarmi
dalla morsa – che stringe il momento.
Sconfinare – andare oltre
dove alcuna mappa sul cammino
nuoccia all’intensità
della luce.

Voglio un sogno
che mi faccia trovare
l’onda lunga del mare,
la vela turgida
al vento tiepido della tua carezza.


Stefania Pellegrini ©