Paola Ferrari (DemoS): “Sui migranti pericolosa propaganda”

È grave quando le persone che hanno responsabilità istituzionali usano strumenti legislativi e attuino iniziative solo per fare propaganda”. Così Paola Ferrari, coordinatrice provinciale di Demos – Democrazia Solidale, commentando l’ordinanza del presidente della Regione Sicilia Musumeci e le vibrate proteste del governatore del Piemonte Alberto Cirio contro la ricollocazione dei migranti decisa da Roma, e che ha annunciato di voler portare la questione all’attenzione della Conferenza delle Regioni.

“Non credo che il presidente Musumeci e il governatore Cirio abbiano un delirio di onnipotenza o non conoscano le funzioni attribuitegli dalle loro cariche, temo che siano consapevoli di aver fatto una ordinanza inattuabile e di minacciare azioni inattuabili, con il solo scopo propagandistico di dire `cacciamo tutti i migranti`. Ma la propaganda e la semplificazione sono maggiormente pericolose quando attengono alla vita delle persone: grave in un tempo di pandemia e allarme mondiale indicare in una categoria, i migranti, peraltro gli unici a essere controllati dal punto di vista sanitario, i possibili untori. Grave affrontare con tale superficialità e populismo la vicenda immigrazione – conclude Ferrarisoprattutto da parte di chi dovrebbe avere l`onore di guidare la Sicilia e il Piemonte e i suoi abitanti, che di luoghi comuni e gratuite semplificazioni e esplicito razzismo ne hanno subito abbastanza”.