Spengo tutto, di Luciana Latini

Spengo tutto

anche la voce

semmai dovessi 

avvertirne l’eco

dai miei tornanti

spazzati dal vento.

Spengo i passi

tanto nessun luogo

mi attende,

spengo i sogni

divorati da un’anima muta.

Spengo ogni pulsione

mendace e invana.

Mi spingo inerte

verso un confine scalzo

tra spigoli vivi

e lame taglienti.

Offesa dal mio presente vuoto

e da ogni schiaffo di pensiero,

mi piego, stanca.

Lu