IL TEMPO, di Maya Cau

IL TEMPO

Sei  il tempo

che non cede alle gioie segrete.

Sei il flagello che non ha pace

se non logora l’anima.

Finiscono così i giorni consumati ,

si rannicchiano 

nella penombra dei ricordi

dove, quasi per magia,

un antico silenzio  popola la mente

e fa scorrere le immagini del nostro vissuto.

Sere d’estate rivivo inebrianti 

 di vita fino a scorrere  al bianco

della coltre invernale.

Primavere  con nuovi colori saltellano

senza rumore nel tempo della

giovinezza e tiepidi autunni

tendono mani a solchi di

tristezza  che si accingono ad attraversarti la vita.

Tutto riemerge, tra le ciglia 

socchiuse lacrime di sale

 penzolano tra incerti chiarori

 di giorni,  e notti di buio compatto. 

Tutto  si ricompone,

 la mente conserva e il cuore raccoglie.

Voci, volti, nomi, assenze e addii

si dileguano nei meandri del vivere;

momenti che non vivremo più ma,

 avranno sempre un posto d’onore

nel cuore del tempo. 

Maria Cau L’ISPIRATRICE DI SOGNI 

L6331941 copyright

Dalla pagina Facebook Scrivere poesie è sentimento