Mi guardo, di Rosalba Di Giacomo

Mi guardo

e nello specchio cerco

di individuare, 

sul mio volto,

i tratti amati 

di mia madre,

delle mie sorelle,

di mio padre.

Cerco

nei contorni del viso,

negli occhi, nel sorriso,

nelle pieghe che gli anni

mi hanno donato.

Sembra

remota la somiglianza

ma il mio cuore

la coglie, la vede.

Sarà, forse,

il peso della mancanza

o la paura che l’oblio

possa stendere il suo velo

su un dolore ancora

grande e vero.

Rosalba Di Giacomo