Frammenti vitali

24.5.2018

Scrivo per lasciare una traccia

delle mie emozioni,

di tutte quelle sensazioni

taciute

dalla mente

sempre più esigente

che ferisce tagliente

il mio cuore

ricco di ore

e attimi d’amore.

La ragione

è solo una stagione

che passa veloce,

non la ascolto,

è il cuore che regna sovrano,

che ti fa sentire vivo

in un angolo di paradiso

e poi all’inferno ti consuma il viso.

Ma è l’amore che smuove tutto,

la ragione ti porta al lutto.

Voglio scrivere d’amore,

ma quello eterno

che ti entra dentro,

nelle ossa,

nella mente,

prepotente,

fino a impazzire

e di quella purezza

che ti spiazza,

ti lascia senza fiato,

ti perseguita nei sogni

così simili alla realtà

tanto da voler andare al di là

della barriera del fantastico

e non tornare più al lastrico.

Scrivo di quando

lo sento battere all’alba,

alla luce del sole,

al tramonto,

alle luci soffuse dei vicoli…

View original post 99 altre parole