I programmi della Fondazione Luigi Longo a Castellazzo Bormida

“Quando c’erano i comunisti”: lo raccontano Sorgi, Fassino e lo storico Albeltaro 

Marcello Sorgi, giornalista, e l’onorevole Piero Fassino, gli storici Marco Albeltaro, Alexander Hobbel, Giuseppe Vacca, Aldo Agosti, il gruppo di folk rock italiano YoYo Mundi e l’Ensemble vocale Fragmente con la direzione di Victor Andrini sono alcuni dei protagonisti del programma autunnale di conferenze, dibattiti, concerti promossi dalla Fondazione Luigi Longo nella sede di CARGO 21 in via Baudolino Giraudi 412 a Castellazzo Bormida, a sud di Alessandria.

“Le iniziative che proponiamo sono propedeutiche all’anno 2021, centenario della fondazione del partito comunista” sottolineano Guido Ratti e Margherita Bassini, rispettivamente presidente e coordinatrice del comitato scientifico della Fondazione.

Venerdì 11 settembre, alle 18,00, Marcello Sorgi, l’on. Piero Fassino e lo storico Marco Albeltaro presenteranno il libro “Quando c’erano i comunisti. I cento anni del P.C.I. tra cronaca e storia, con una testimonianza di Umberto Terracini” uscito in questi giorni per i tipi dell’editore Marsilio. Sorgi e Mario Pendinelli rileggono la storia del partito comunista con spirito da cronisti tra documenti ed interviste inedite seguendone il percorso attraverso i luoghi – dall’Italia alla Russia, dalla Bulgaria all’America – e i decenni. Completa il quadro una preziosa intervista di Terracini, rilasciata nel 1981 a Pendinelli, che ricorda la nascita del P.C.I. a Livorno.

Sabato 12 settembre, alle 17:30, la Fondazione presenterà le nuove acquisizioni artistiche. In particolare, un originale arazzo realizzato da Carmelina Barbato, un quadro opera di Concetto Fusillo, un disegno a parete di Domenico Gazzana e un nuovo allestimento di Antonio Nocera. 

Lo spazio dedicato all’arte sarà seguito da un concerto del gruppo di folk rock italiano YoYo Mundi dal titolo: “Canzoni resistenti”.

Lo storico Alexander Hobel è impegnato nel completamento del secondo volume della biografia di Luigi Longo. Venerdì 16 ottobre, alle 18.00, ne parlerà insieme con Giuseppe Vacca della Fondazione Istituto Gramsci di Roma e Aldo Agosti, professore emerito di storia contemporanea presso l’Università di Torino.

Infine, sabato 28 novembre, un appuntamento musicale. Verrà eseguita “Stimmung”, un’opera di Karlheinz Stockhausen per sei cantanti e altrettanti microfoni, composta nel 1968 per il Collegium Vocale Köln. Si tratta di un progetto artistico dell’associazione Innesti di Cultura che vede la partecipazione dell’Ensemble vocale Fragmente sotto la direzione di Victor Andrini. La particolarità di quest’opera, mai eseguita ad Alessandria, è l’uso degli armonici vocali come elementi compositivi primari.