Un passeggero che finge

con grande eleganza

e notevole nonchalance

l’attenzione al panorama

al paesaggio

durante il suo cammino

eppure

il tempo fugge

portando con sé le cose

le immagini

gli sfondi

la gente.

Cominciano a sfuggire cose anche a me

e paesaggi

e persone

e passaggi.

A volte m’alleggerisce persino _ lo ammetto _

ché a furia di pensare differente_mente

mi sono strizzata le meningi da sola

e non ho risolto niente.

Tutto procede secondo i piani prestabiliti

chissà mai da chi

non certo da me

sono così vari _ variopinti _

e variabili

somigliano alle previsioni del tempo

non ci azzeccano mai

dicono sole e piove

o viceversa.

Sarà quel che sarà.

Aspetto

non potendo fare altro

mi adeguo.




@lementelettriche – di Paola Cingolani