Strade ciclabili, autovelox e targhe straniere: le novità al Codice della strada

Il Decreto legge semplificazioni apporterà modifiche importanti al modo di intendere la viabilità nei centri cittadini. Si attende il via libera della Camera dei deputati

Novità importanti in arrivo per la circolazione nelle aree urbane. Nel testo del Decreto legge semplificazioni, approvato venerdì 4 settembre in Senato, e in attesa del via libera della Camera, sono state inserite nuove norme che apporteranno modifiche significative al Codice della strada.

Queste riguardano varie questioni tra cui la realizzazione di strade preferenziali per ciclisti, il posizionamento di autovelox fissi anche in centro, la possibilità di potenziare la sorveglianza attraverso dipendenti pubblici e di società private, ma anche una deroga per i frontalieri italiani alla guida di veicoli con targa straniera.

Nasce la “strada urbana ciclabile”

Come riporta il decreto, si tratta di una “strada urbana a unica carreggiata, con banchine pavimentate e marciapiedi, con limite di velocità non superiore a 30 km/h, definita da apposita segnaletica verticale e orizzontale, con priorità per i velocipedi”. I ciclisti avranno quindi la precedenza rispetto a tutti gli altri veicoli mentre circoleranno o si immetteranno in strade di questo tipo. I conducenti degli altri veicoli potranno superare i ciclisti in una strada urbana ciclabile solamente “a ridottissima velocità qualora le circostanze lo richiedano” e dovranno comunque “usare particolari cautele al fine di assicurare una maggiore distanza laterale di sicurezza”. I ciclisti nelle strade urbane ciclabili non avranno non vigerà più l’obbligo di procedere su un’unica fila, ma si potrà stare affiancati solo fino a un massimo di due… continua su: https://www.varesenews.it/2020/09/strade-ciclabili-autovelox-targhe-straniere-le-novita-al-codice-della-strada/958808/