I SOCIAL NETWORK DURANTE IL COVID

Facebook e i suoi ricordi

Durante la reclusione del covid, nel mese di marzo, tutta la popolazione Italiana si è ritrovata social dipendente. Eccomi presente, pure io devo ammetterlo. Ho persino imparato a gestire sempre al meglio questi social, sono persino arrivata a fare una selezione di varie applicazioni per il cellulare e il tablet. Le ho scaricate, provate e molte le ho cancellate, ho tenuto solo quelle che ho ritenuto essermi utili.

Confesso che volevo cancellarmi da facebook, tante volte l’ho pensato e tante volte non l’ho mai fatto, ho deciso che era importante averlo, a scopi professionali può  essere molto utile. 

I PROTEINI 😍

Come tutti sapranno facebook offre molte  funzionalità, una delle quali è quella dei ricordi e il 06 marzo 2020 mi ha ricordato un post che feci  il 06 marzo di 4 anni fa.

Il giorno prima, una domenica, ero andata in gita a Postumia con il Cineclub Fedic di Lagosanto. Siamo andati a visitare il castello che si trova all’ingresso di una grotta dove la guida turistica, molto bravo e oltretutto simpatico, ci ha raccontato alcuni aneddoti divertenti, ma questa è un’altra storia. Un giorno ve la racconterò, il tema di oggi sono Facebook e suoi ricordi . 

Dunque, dove eravamo rimasti? Ah sì, ora ricordo…

…Abbiamo visitato il castello nella grotta e poi ci siamo addentrati nella grotta stessa, nei suoi meandri più profondi, le stalattiti e stalagmiti erano fantastiche.

Come? Volete sapere se avevo paura? No, non avevo paura, ero al contrario emozionata ed esterrefatta dalla natura che mi circondava 👀. Di cosa avrei dovuto aver paura? Che la grotta crollasse in seguito ad una scossa di terremoto? 😨 Ohi, non portiamo sfiga, comunque no, non avevo paura, neanche guardando le gelide acque sotto i miei piedi. Ascoltavo invece la guida parlare e ad un certo punto iniziò a parlare dei Protei 💘.

I Protei sono delle lucertoline bianche che vivono nella grotta, noi non li abbiamo visti, li cercavamo in tutta la grotta poi…poi siamo arrivati in una sala dove c’erano degli acquari e dentro…TA DAN!! 💕 Dentro c’erano dei protei, tanto belli e carini i proteini, che carini!! Me ne sono innamorata subito e al negozio di souvenir ne ho comprato uno, la sera l’ho tirato fuori dallo zaino e messo appeso alla scrivania 😍. 👉Proteo sulla mia scrivania
                                                                           👆 Proteo dell’acquario

Il 6 marzo 2020 facebook, come dicevamo prima mi ricorda del post sui protei che creai all’epoca, il mio sguardo fila dritto al Proteo che ho appeso alla scrivania e… giuro che mi è sembrato di averlo visto muovere 😍😰😳🙈, no ma dai! No ma dico io, vi rendete conto di quale brutto scherzo mi hanno giocato le ombre della mia stanza alle prime luci del mattino? 😂

Conclusioni

Bene siamo giunti alla fine del nostro primo racconto tratto dal mio nuovo diario: IL DIARIO DAL COVIDQuesta è stata la prima volta che ho scritto sul mio diario e da allora non ho più smesso. Insomma dai, era una cosa da scrivere comunque, anche perché faceva davvero ridere. 

E tu che stai leggendo, ti è mai successo, tra le ombre della tua stanza, alle prime luci del mattino di vedere qualcosa di strano causato dalle luci di quel momento? Se hai una storiella simile scrivila qui nei commenti oppure, lascia un tuo giudizio su questo primo racconto, oppure non dire niente, puoi comunque iscriverti al mio blog e seguire i prossimi racconti.

da: https://lastanzadikarin.blogspot.com/2020/09/i-social-network-durante-il-covid.html