Momenti di poesia. NOI, di Paola Varotto

Racconterei di noi

se un noi ci fosse.

Se attraversando un confine

dove tu hai eretto un muro

trovassi le tue braccia

orfane delle mie.

Nessun amore può ferire tanto

quanto un amore che

non potrà mai essere

e, nessun amore può ferire tanto

quanto un amore che avrebbe

potuto essere.

Dobbiamo amare

e non cadere nell’amore

perchè tutto ciò che cade

si rompe

e tu, che mi accarezzi 

come una marea

quando la mia bocca mormora

il tuo nome

non lasciarmi cadere!

Non voglio più dormire

Non voglio più sognare

Non voglio più sentire parole che mentono!

Abbiamo vissuto in un sogno

costruito per sbaglio

dove toccavamo le stelle

che ci lasciavano polvere di sogni

a illuminare le notti

vuote di abbracci

i miei e i tuoi

che restano sospesi

tra il telefono e il cielo..

Potrei toccarti se allungassi una mano

ma.. sceglieresti di ritrarre la tua

Questo non amore così strano

che si alterna al dolore,

come i colori su di una tela.

Si alternano le parole

ora di luce… ora di buio..

Ti aspetterò sulle rive di un mare

immaginario

dove, ti prenderò per mano

e di corsa, attraverseremo il mondo!

©Copyright L.633/1941

Paola Varotto