Puerile sogno

pensare di solcare la vita

al galoppo

quando la strada è dissestata.

 

Bisogna rinunciare

al passo spericolato

che porta all’accidente

del cavallo azzoppato

e della caduta rovinosa

del cavaliere incurvante

ed ardimentoso.

 

Spire di luce

accendono lampadine a ritroso

di momenti sereni

e di strade percorse in linea retta

al trotto e al galoppo

in armonie d’intenti

sottolineati da sorrisi gioiosi

poi interrotti da un urlo stonato

che il cuore ha destrutturato.

 

Vertigine di miserie

in strali di vento perverso

hanno scavato

solchi profondi nel percorso

di quella strada accidentata

scevra di speranza di ritorno.

 

@Grazia Denaro@